Credo che i nostri amici monaci tibetani avrebbero suonato la campana una volta in più, per ricordare tutte le vittime, non solamente quelle umane. Avrebbero iniziato intonando sem-cen tam-ce (possano tutti gli esseri senzienti) formula di apertura delle loro pratiche religiose in cui stabiliscono il fondamento dello spirito di compassione universale.

Campane tibetane o singing bowls

Ma l’essere umano crede che la propria specie sia l’unica in grado di ospitare la vera vita, quella degna di essere evocata con il suono di una campana tibetana. E così, in virtù della stessa presunzione, egli si impadronisce di un oggetto rituale, di cui ignora sia il significato che l’impiego, per inscenare un rituale che è soltanto emotivo.

Intanto 43 palloncini1 rossi volano in cielo, ma anche loro, dopo essere esplosi in cielo, andranno a morire nella pancia di altri esseri senzienti che lo avranno scambiato per cibo.

Palloncino rosso su una spiaggia. Foto: balloonsblow.org

 

  1. L’associazione Ballons Blow si occupa dei problemi causati dal rilascio di palloncini in aria, vd. link balloonsblow.org/latex-balloons-still-kill

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome